Pesce all’acqua pazza

Pubblicato il

Il pesce all’acqua pazza è una ricetta antica, semplice, povera. Per tutte le ricette, ma ancor di più per quelle semplici, la qualità e la freschezza degli ingredienti sono fondamentali.

Il tipo di pesce e le verdure utilizzate possono variare a seconda della disponibilità, del vostro gusto e delle vostre esigenze. Orata, branzino, gallinella, scorfano, sono tutti pesci che si prestano bene alla preparazione di questo piatto. Lo chef consiglia di optare per dimensioni piccole-medie e suggerisce di prestare attenzione al taglio delle verdure: più grande è il pesce, più spesse dovranno essere tagliate le verdure, considerata la cottura simultanea di tutti gli ingredienti.

La ricetta originaria prevedeva, accanto al pesce, l’utilizzo di aglio, pomodorini, acqua, olio d’oliva. Oggi, in molte cucine, aglio e pomodorini vengono eliminati per dare più importanza al pesce stesso. Al loro posto sono state inserite verdure come carote, sedano, patate, finocchi. Anche sulle erbe fini lo chef suggerisce di assecondare i propri gusti: dal cerfoglio al basilico, dal prezzemolo al dragoncello.

Difficoltà: molto bassa

Dosi: per 4 persone

Tempo di preparazione:  circa 30 min

Costo: contenuto

Ingredienti

Ecco qui una ricetta orientativa per 4 persone:

  • Un pesce da 1,2 kg circa
  • 2 carote
  • 1 patata
  • 1 stelo di sedano
  • Erbe fini a scelta
  • Sale e pepe
  • Acqua a coprire
  • Olio extravergine d’oliva

Preparazione

Pulite e tagliate le verdure (prestate attenzione a pelare il sedano per non incorrere nei suoi filamenti duri).

Squamate ed eviscerate il pesce, privandolo anche degli occhi che, in cottura, potrebbero conferire un gusto amarognolo.

Sistemate il tutto in un tegame adatto alle dimensioni del pesce e coprite con acqua fredda.

Portate a bollore lentamente. I tempi di cottura variano in base alla dimensione del pesce. Il suo tester è nella pinna posta sul ventre, in prossimità della coda: se si sfila senza opporre resistenza il pesce è pronto!Per arricchire la ricetta e renderla ancora più invitante si può aggiungere del basilico a fine cottura: spezzettatene le foglie nell’acqua di cottura per esaltarne il gusto!

Impiattate e condite con un filo d’olio extravergine d’oliva.

Tag: Gusto, Ricette, Salento

Categoria: UN BOCCONE

UN PO' DI ME

Foto profilo

Passeggio, assaggio, osservo, ascolto.
Mi faccio spesso travolgere dall’onda delle mie ben poco raffinate emozioni.
Esperta di nulla, curiosa di tutto, vivo nella convinzione che la bellezza è nell’occhio di chi guarda, il gusto nel palato di chi assapora, lo stupore nella mente di chi si lascia sempre un po’ sbalordire.
In fondo il sole scende ogni giorno sotto la linea dell’orizzonte. Ma il tramonto è tutta un’altra cosa.

 

Altri articoli della categoria "UN BOCCONE"

Condividi su:

5 pensieri su “Pesce all’acqua pazza

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *